Si allunga il tempo per iscriversi e cambiamo anche le modalità per partecipare al concorso Giana Anguissola.

Un appuntamento che arriva alla sua undicesima edizione e che per i motivi di queste settimane, posticipa la data per l’iscrizione.
Stiamo parlando del concorso Giana Anguissola di Travo.

Come per tante altre occasioni, anche il concorso letterario Giana Anguissola ha dovuto cambiare in corsa e allora ecco le novità: il termine per l’invio dei testi è stato spostato al 31 agosto; le opere ora si possono spedire anche via e-mail; sale il numero delle opere che saranno accettate che ora diventano 40.

Concorso Giana Anguissola
Concorso Giana Anguissola

Il concorso

Il bando di concorso 2020, promosso dal Comune di Travo in collaborazione con l’associazione Travo libri, è disponibile sul sito del Comune o su Gianaanguissolatravo.it ed è aperto a tutti gli autori di scritti inediti per lettori dagli 8 ai 14 anni.

Le sezioni del concorso sono due: una dedicata alla narrativa, a cui si può partecipare proponendo un romanzo o una raccolta di racconti di minimo 40 cartelle, e una dedicata ai singoli racconti.

Il tema di questa edizione è libero, la partecipazione è gratuita, aperta fino al 31 maggio 2020, che è il termine ultimo per la presentazione delle opere, e per il vincitore della sezione romanzi è previsto un premio pari a 1.500 euro, più una serie di premi minori per gli altri classificati.

La collaborazione con Andersen

La collaborazione con la rivista Andersen si è concretata in fase di elaborazione del Bando 2020 ma proseguirà con la presenza della sua direttrice Barbara Schiaffino nella giuria del concorso – presieduta dal pedagogista e scrittore Daniele Novara – e con la volontà di valorizzare la figura della scrittrice piacentina Giana Anguissola (1906-1966), che a Travo trascorse le sue estati per anni, vivendo e scrivendo nell’antica torre del castello del paese.

Ancora aperto anche il nostro concorso “Incontri ravvicinati di un diverso tipo”

Non solo il Giana Anguissola è aperto alle vostre iscrizioni, ma anche quello creato insieme ad Asp Piacenza legato al mondo della diversita.

Si intitola “Incontri ravvicinati del terzo tipo”, vede la scadenza per partecipare fissata al 31 luglio, e cliccando qui potete trovare come spunto il racconto “Pietro in diretta” di Matteo B. Bianchi.

Condividi su: